Noci amiche del cuore ad ogni età

Mangiare una manciata di noci al giorno potrebbe essere utile per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Questo è quanto emerge da un recente studio pubblicato sulla rivista Circulation dell’American Heart Association, condotto dalla Loma Linda University e dalla Lipid Clinic dell’Università di Barcellona.

Lo studio ha esaminato i cambiamenti nei livelli di colesterolo e di altri fattori di rischio per la salute del cuore in quasi 700 anziani sani di Barcellona e Loma Linda. I risultati hanno mostrato che il consumo di noci ha ridotto sia il colesterolo totale che il colesterolo LDL, che è associato a un maggior rischio di malattie cardiovascolari.

8x1000 avventisti, noci

Le noci sono un’eccellente fonte di acido alfa-linolenico, un acido grasso essenziale omega-3 di origine vegetale. Questo profilo unico di nutrienti, comprensivo di grassi omega-3, fibre e molti altri nutrienti vitali, li rende un alimento molto salutare per il cuore.

Studio unico per durata e target di popolazione

Questo recente studio, che fa parte del più ampio studio Walnuts and Healthy Aging, è guidato dal ricercatore Joan Sabaté. È unico nel suo genere in quanto esamina il ruolo delle noci nel ridurre il rischio di malattie cardiache tra gli anziani, dai 63 anni in su.
Studi precedenti hanno dimostrato che le noci riducono il colesterolo LDL negli adulti più giovani e di mezza età. Ma questo studio è unico in quanto si rivolge alla popolazione anziana ed è anche l’unico della durata di due anni. Nessuno studio è stato condotto per più di un anno. La maggior parte va dai tre ai sei mesi, il che fa di questo studio il più lungo finora realizzato.

Si distingue da altri studi sulla frutta a guscio anche perché mette a confronto due coorti con un background dietetico molto diverso: Mediterraneo e tipica dieta occidentale.
La coorte in Spagna seguiva principalmente una dieta mediterranea – tipicamente ricca di verdura, frutta, olio d’oliva e cereali integrali, e moderata in proteine e grassi animali – mentre la coorte di Loma Linda consumava una dieta di tipo occidentale, notoriamente ricca di proteine animali e grassi saturi.

Il consumo di noci può essere un intervento dietetico semplice e utile per ridurre i fattori di rischio per la salute del cuore. Si suggerisce di consumare una piccola manciata di noci al giorno.
Questo studio conferma ulteriormente che il consumo di noci può avere un impatto positivo sulla salute del cuore e che questo frutto a guscio dovrebbe essere considerato come parte di una dieta equilibrata e salutare.